App Android per il Magazzino: 9 funzioni indispensabili

Pubblicato da Stesi - 29 luglio 2020

Può una App Android per il Magazzino aiutare nella gestione efficace ed efficiente di un ordine? La risposta è sì, ma con dei distinguo. Per poterlo fare, infatti, la App in questione deve avere determinate caratteristiche. Non tutte le App sono uguali e pertanto occorre utilizzare App Android per il Magazzino che abbiamo determinate caratteristiche e, anche alcune - almeno nove - funzioni indispensabili.

Ma prima di entrare nel merito delle funzionalità a cui è bene non rinunciare, occorre fare una precisazione: la prima irrinunciabile caratteristica che la App Android per il Magazzino deve avere riguarda la sua natività. Il che significa che deve essere una App nativa, non un’emulazione e nemmeno una web App. Perché? Per una serie di (importanti) motivi. Vediamo nel dettaglio.

 

App Android per il Magazzino, l’importante è che sia nativa

La App Android per Magazzino nativa, rispetto a una web App o a un’emulazione, fa la differenza. E la fa perché permette di integrare tutte le tecnologie IoT (Internet of Things), il che significa possibilità di far dialogare tra loro - grazie allo scambio di un numero infinito di dati, ma in maniera semplice e immediata - gli oggetti, ossia le macchine, i carrelli, le scaffalature. Introduce quindi un alto livello tecnologico nei magazzini, poiché la logica IoT rende possibili innovazioni di una certa portata, quali la realtà virtuale e la realtà aumentata. Inoltre, le App Android per il Magazzino native hanno un altro aspetto da considerare: sono user friendly, il che significa che è facile interfacciarsi con esse, dunque l’apprendimento per chi dovrà utilizzarle è rapido e “indolore”, anche per gli operatori più recidivi all’utilizzo della tecnologia. La logica alla base della loro progettazione è infatti quella UX, la user experience dell’utente. E, normalmente, l’esperienza risulta positiva quando l’utilizzo di un apparato tecnologico è semplice, immediato e non provoca frustrazioni o rallentamenti nell’operatività.

 

Le nove funzionalità irrinunciabili

Lettore barcode; librerie lettura codici a barre; ricevimenti; putaway; picking; imballo; spedizione; dispatching; inventario. Sono queste le nove funzioni indispensabili che una App Android per il Magazzino deve avere per essere efficiente ed efficace. Quello che fino a poco tempo fa era di fatto inimmaginabile, oggi è realtà: con il proprio smart device (smartphone, tablet o wearable), senza alcuna fatica e con un’immediatezza da provare, è possibile governare e gestire tutti i flussi logistici. Dunque, qualcosa in più di una semplice App, piuttosto un gestionale di magazzino a tutti gli effetti, poiché le nove funzioni appena menzionate di fatto rappresentano un sistema completo.

 

App Android per il Magazzino, come funziona

Come tutte le App, anche la App Android per il magazzino deve essere installata su uno smart device aggiornato, che supporta il sistema operativo. Una volta che si sarà compiuto questo primo passo, utilizzare la App sarà semplicissimo: lo smart device, peraltro ergonomico anche perché oramai chiunque è abituato a utilizzarlo, si trasformerà in un comodo scanner che permetterà di leggere i codici a barre dei prodotti. Tali codici saranno gestibili dalla libreria, così come sarà semplice gestire tutte le altre operazioni di magazzino - picking, inventari, spedizioni - grazie alle nove funzioni indispensabili di cui si è detto. Naturalmente sarà fondamentale disporre di una connessione “seria”, che permetta alla App di interfacciarsi con il magazzino. Infine, due parole circa l’occasione di uso della App Android per il Magazzino: in realtà non ci sono grosse preclusioni, ma si adatta molto bene a quelle realtà in cui è bene avere la situazione del magazzino sotto controllo, per esempio i negozi di abbigliamento, soprattutto oggi, nell’epoca della multicanalità.

Guida-pratica-alla-logistica-di-magazzino-4-0-come-ottimizzare-costi-e-lavoro-migliorando-il-servizio

Topic: Logistica di magazzino