ERP vs WMS: quale serve al tuo magazzino?

Pubblicato da Stesi - 11 marzo 2020

In azienda può bastare un ERP, o il WMS è indispensabile per la logistica? Non è una domanda banale. La gestione del magazzino passa infatti da una progettazione e da una dotazione puntuale e specifica della softwarestica aziendale.Quindi, alle azienda dotate di ERP si sconsiglia vivamente di “dormire sugli allori” e di sentirsi “a posto”: in realtà manca loro qualcosa. Sì, perché l’ERP, ossia l’Enterprise Resource Planning, che letteralmente lo si può tradurre come "pianificazione delle risorse d’impresa”, è sì un software di gestione che integra tutti i processi aziendali, ma da solo non è sufficiente, soprattutto se si vogliono rilevare e monitorare puntualmente - ed eventualmente correggere - le performance del proprio magazzino. Per il magazzino, infatti, occorre un software specifico, ossia il WMS (Warehouse Management System), ossia quel qualcosa in più che si diceva. Vediamo nel dettaglio.

 

L'ERP non è un WMS

Il limite dell’ERP, per assurdo, sta proprio nella sua completezza: essendo trasversale alla gestione di tutte le funzioni aziendali - dunque vendite, acquisti, contabilità e, anche, gestione magazzino - rischia di non essere particolarmente focalizzato. E il magazzino, come è noto, essendo il luogo dove si riversano tutte le inefficienze aziendali, merita un trattamento a parte, merita un montaggio (e un miglioramento) continuo.

Per il resto, nulla da dire sugli ERP, soprattutto quelli di nuova generazione: le strutture modulari consentono di lavorare in interoperabilità tra gruppi e funzioni aziendali funzionali tra loro, così come la possibilità di condividere i data base permette una conoscenza a trecentosessanta gradi da parte di tutti gli addetti. Naturalmente anche l’ERP, per essere davvero strategico, deve essere attentamente progettato e migliorato, tanto che la sua implementazione comporta uno sforzo importante per l’azienda, perché mette in discussione i processi, esige la migrazione dei dati e naturalmente comporta costi. In altre parole, l’irrinunciabile implementazione dell’ERP deve essere attentamente valutata.

 

Perché il magazzino merita un WMS e non solo un ERP

Perché il magazzino merita un trattamento a parte e non può essere integrato in un sistema globale come tutte le altre funzioni aziendali? Perché tutta questa importanza al magazzino, non è forse il “deposito” aziendale? No, o per lo meno non più. Se fino a “ieri” il magazzino era visto come il luogo in cui accatastare la merce in attesa di spedirla o di utilizzarla in produzione, oggi ci si è resi conto che il magazzino è il luogo in cui si gioca gran parte dell’efficienza aziendale, perché, a seconda di come viene gestito, può essere una grande fonte di sprechi, oppure una grande fonte di produttività.

WMS e ERP, chi dei due conosce il magazzino?

Non si dimentichi che il magazzino, per essere efficiente e efficace, deve innanzitutto essere conosciuto. Il che non è facile e nemmeno immediato, perché deve essere noto il grado di saturazione - che non dovrebbe mai superare l’80 per cento. Devono essere note le scorte: un magazzino senza scorte è un magazzino che non gira, ma un magazzino con troppe scorte è di fatto un luogo in cui viene immobilizzato (inutilmente) capitale. Devono essere note le scorte obsolete: occupano spazio, creano disordine, sono inutili. Devono essere noti i percorsi: sicuri che i flussi stiano girando al meglio? Tutti questi aspetti, però, non possono essere gestiti dall’ERP e nemmeno dalla mente umana. Occorre un WMS.

 

WMS vs ERP: questione di costi

Ma, penseranno i detrattori, il WMS comporta un costo in più: perché acquistarlo, se si ha già un gestionale, e cioè l’ERP? I motivi sono stati già spiegati, ma è meglio sintetizzarli con un solo concetto: solo il WMS può andare a fondo nella gestione del magazzino e dunque scongiurare le inefficienze. Inoltre, quando si parla di WMS, non si dovrebbe mai pensare a un costo, ma semmai a un investimento: la gestione oculata del magazzino possibile solo con il WMS, infatti, comporta un rientro dell’investimento quasi immediato. Provare per credere.

New call-to-action

Topic: Logistica di magazzino