WMS e ERP: i vantaggi dell'integrazione per il magazzino perfetto

Contrapposizione o integrazione? Il dualismo tra WMS (Warehouse Management System) e ERP (Enterprise Resource Planning) non è mai stato così forte per le aziende che hanno un magazzino da gestire. Ma anche la risposta non lascia spazio a dubbi: la soluzione ideale è avere entrambi i software gestionali. 

Ottimizzare la logistica di magazzino è l’imperativo di qualsiasi azienda, grande o piccola, che miri a mantenere alti livelli di competitività ed efficienza. Il sistema deve funzionare, deve essere fluido, resiliente, in grado di soddisfare le richieste di business, derivanti, a loro volta, dai bisogni di clienti e mercati sempre più esigenti. 

Rispondere a quest’imperativo, oggi, sarebbe impossibile senza un WMS, un software di gestione del magazzino capace di adattarsi ad esigenze specifiche e assicurare il perfetto funzionamento della catena logistica. Si tratta di un software che si basa su un’architettura di tipo client-server o web-server (nelle soluzioni più recenti) che deve potersi integrare sia con il sistema ERP, che gestisce la parte amministrativa, sia con eventuali altri software impiegati nei sistemi di stoccaggio e di movimentazione automatici all’interno del magazzino. 

 

WMS per magazzini efficienti 

Il Warehouse Management System coordina le attività di tutte le risorse presenti nel magazzino: merci, uomini e mezzi. Dal tracking del prodotto, che identifica la miglior posizione per lo stoccaggio, alle funzioni di picking, passando dal controllo delle giacenze e l’automatizzazione della ricezione merci fino alla gestione delle spedizioni e al tracciamento dei corrieri. 

I benefici di un WMS 
Un WMS ben strutturato permette di: 

  1. Aumentare la produttività  
  2. Ridurre i tempi di evasione ordini 
  3. Ridurre gli errori  
  4. Ridurre l’impatto ambientale  
  5. Ridurre i costi di movimentazione delle merci 
  6. Ottimizzare la gestione degli spazi 

Ci sono, però, alcune caratteristiche trasversali, che, indipendentemente dal tipo di magazzino, devono essere presenti: 

  • Capacità di interazione: il sistema deve essere in grado di “parlare” con tutte le diverse tecnologie (Wi-Fi, RTLS, Bluetooth, ecc.) e i device utilizzati per l’acquisizione dati (terminali, scanner barcode, RFID, ecc.)
  • Flessibilità: deve essere possibile aggiornare il WMS, aggiungere o togliere moduli secondo l’evoluzione delle esigenze connesse al suo utilizzo
  • Capacità di integrazione: un buon WMS deve essere in grado di integrarsi con sistemi e strumenti già presenti in magazzino o che potrebbero esserlo in futuro.
  • Minima customizzazione: un WMS davvero “completo” ha la capacità di soddisfare i bisogni di diversi clienti e, dunque, categorie commerciali, senza necessità di sviluppare funzioni ad hoc, ma attraverso la propria versione standard. 

 

WMS e ERP: perché è un connubio vincente 

Ci sono realtà in cui l’ERP ingloba anche la gestione del magazzino. La letteratura e le esperienze più recenti suggeriscono però l’implementazione di entrambi i software. Si argomenta infatti che la gestione del magazzino passa infatti da una progettazione e da una dotazione puntuale e specifica dello sviluppo software aziendale. Quindi, alle azienda dotate di ERP si tende a sconsigliare di percepirsi compete: in realtà manca loro qualcosa. Sì, perché l’ERP è sì un software di gestione che integra tutti i processi aziendali, ma da solo non sempre è sufficiente, soprattutto se si vogliono rilevare e monitorare puntualmente - ed eventualmente correggere - le performance del proprio magazzino. Un sistema WMS è dedicato a questa funzione. Il limite dell’ERP, per assurdo, sta proprio nella sua completezza: essendo trasversale alla gestione di tutte le funzioni aziendali, non può essere particolarmente specializzato, nonostante gli sforzi fatti di recente per ampliarne gli ambiti di utilizzo 

 

WMS e ERP per l’efficienza aziendale 

Se fino a ieri il magazzino era visto come il luogo in cui accatastare la merce in attesa di spedirla o di utilizzarla in produzione, oggi ci si è resi conto che il magazzino è il luogo in cui si gioca parte dell’efficienza aziendale, perché, a seconda di come viene gestito, può essere una grande fonte di sprechi, oppure una grande fonte di produttività. Un WMS ben progettato appare la soluzione ottimale per cogliere questo obiettivo. La sinergia fra ERP e WMS appare essenziale per operare nei moderni scenari di mercato.

New call-to-action

Torna al Blog

Articoli correlati

Efficientare la logistica di magazzino per competere con i big

Efficientare la logistica di magazzino è una cosa solo “da grandi”? La risposta è no e a dirlo sono...

Digitalizzazione del magazzino: perché nel 2021 è un imperativo

Il magazzino rappresenta senza dubbio uno degli asset strategici più rilevanti per l’azienda,...

Automazione di magazzino AGV: il caso dell'azienda Fluid-o-tech

Automazione di magazzino: oggi è necessario scegliere sistemi efficienti, flessibili e in grado di...